Translate

La vittoria di Pirro o la vittoria del Rieccolo?


Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha vinto lo scontro parlamentare italiano ed ha avuto la fiducia del Senato (ampia e scontata ) e quella della Camera (314 voti a favore contro 311).
Scriviamo queste righe a pochi minuti dal risultato della Camera che era quello decisivo e piu' atteso, mentre le strade del centro della Capitale italiana sono messe a ferro e fuoco dagli scontri degli studenti contro le forze di polizia e analoghi incidenti si susseguono nelle altre citta' italiane.
Gia' si parla di una vittoria di Pirro, dal nome del re dell'Epiro che sconfisse i romani ad Heraclea e Ascoli Satriano nel 280 BC, subendo pero' tali perdite che lo costrinsero a ritornare a casa sua.
Ci si chiede cosa fara' ora Berlusconi con una maggioranza di consensi cosi' risicata che lo costringera' a contrattare con l'opposizione ogni decisione legislativa.
Qualcuno sostiene che la prossima mossa del Cavaliere sara' quella di chiamare all'interno della sua maggioranza il gruppo UDC (Unione di Centro) guidato da Casini.
Puo' darsi. A pelle siamo convinti che Berlusconi, noto per il talento di giocatore d'azzardo, seguira' il suggerimento del maggiore alleato della sua maggioranza, la Lega il cui boss, Bossi, da tempo sostiene che e' l'ora di andare ad elezioni. Ed andarci con questa legge elettorale che proprio uno degli uomini di Bossi tre anni fa ha fatto approvare (definendola poi una 'porcata') e che consente a chi abbia la maggioranza dei voti in una elezione generale di essere gratificato da un cospicuo premio.
Lo scenario prossimo venturo, secondo noi che ragioniamo aggrappandoci a un minimo di razionalita', e' che Berlusconi andra' presto dal Presidente della Repubblica a rassegnare le dimissioni aprendo la crisi di governo. Napolitano alla fine si vedra' costretto, dopo alcuni tentativi di incarico finiti male, a sciogliere le Camere e indire nuove elezioni generali. Le elezioni generali vedranno di nuovo primeggiare Berlusconi e soci e la legge elettorale 'porcata' garantira' loro un rinnovato amplissimo mandato. Alla scadenza del settennato del Presidente della Repubblica (ovvero, tra due anni), Berlusconi si vedra' sgombrata la strada per l'ascesa al colle del Quirinale (residenza del capo dello stato italiano) e vedra' coronata con un ulteriore successo personale una carriera in perenne ascesa, nonostante i comportamenti intonati ad un costante rifiuto delle norme di etica e di stile di uno statista.
Nel frattempo l'Italia si avvitera' sempre di piu' in una crisi economica simile a quella dell'Irlanda, Grecia, Portogallo e Spagna. Ma gli italiani non se ne accorgeranno perche' le copie dei giornali letti in Italia sono 5 milioni (cosi' come erano nel 1935) e l'informazione viene fatta solo attraverso la televisione che e' in mano direttamente o indirettamente al Cavaliere Berlusconi, anticomunista viscerale ma grande amico dell'ex capo del KGB Putin e del dittatore libico.
Misteri della politica italiana.
Gli alleati sono allertati. Ci auguriamo solo che non si pensi di stendere un cordone sanitario intorno alla Penisola per evitare l'infezione.

________________________________________


From: Foresi Francesco [mailto:francesco.foresi@lanazione.net]
Sent: Tuesday, December 14, 2010 9:00 AM
To: oscarb1@rcn.com
Subject: R: La vittoria di Pirro o la vittoria del Rieccolo?


La vittoria della Democrazia
___________________________________________

Grazie per l'informazione, ho seguito tutto per TV. Domanda: che pasticcio sarebbe successo in seguito a una sconfitta di Berlusconi alla Camera dopo aver vinto al Senato? Te lo immagini? Credo sia meglio cosí, sempre che il Cav. cambi la legge elettorale e proponga nuove elezioni. Cosí non ricorderemo Pirro.

babila [babila@fibertel.com.ar]

___________________________________________

Caro Oscar,
ho appena letto il tuo commento alla notizia della fiducia al governo Berlusconi.
Sappiamo quel che sta succedendo per le strade di Roma, abbiamo visto 15 milioni di italiani aderire con entusiasmo alla trasmissione di Saviano-Fazio, mentre in parlamento si svolge una vita parallela, che sembrerebbe ormai "scollata" dalla realtà degli italiani.
O almeno mi viene da chiedermi: ma questi italiani che "non ci stanno", che voce, che peso hanno nella vita di questo travagliato paese?
Un salutone

Susy Bellucci
Firenze
___________________________________________

La Vittoria del Popolo Italiano.
Nicola Facciolin
___________________________________________

Vittoria di Pirro o vittoria del Rieccolo sempre di vittoria si tratta.
Franco Donati
___________________________________________

giorno molto triste...
and.catte@tiscali.it
___________________________________________

Ma basta con le Vostre stronzate ! Fini ha perso , ma ben al di là della risicata maggioranza alla Camera.La sua carriera politica è finita ! Bravo Berlusca ! Dopo aver fatto fuori i Comunisti ( ormai politicamente dei cadaveri ) e i Democristiani , è riuscito a far fuori anche i fascisti ( il che in Italia era
la cosa più dura ) .

enrico-bono@libero.it
___________________________________________

Eh no !!!!!! signor Enrico Bono,l`ho letta sul Blog di Oscar Bartoli.
Non mi sembra che il Bartoli dica "stronzate" mi sembra piuttosto che lei sia un gran maleducato che non rispetta la liberta` di stampa e di parola e le opinini altrui.
E, non mi sembra nemmeno che in Italia la cosa piu` DURA sia stata quella di FARFUORI FINI ED I SUOI FASCISTI.
Quando uno ha POTERE ECONOMICO- FINANZIARIO e POTERE POLITICO, caro lei, tutto diventa facile.
Purtroppo il vostro beneamato, dovra` ancora affrontare l`ultimo "CADAVERE" quello piu` tosto di tutti.
E spero proprio che gli faccia vedere i sorci VERDI.
GOOD LUCK a lei e all` ITALIETTA NOSTRA.
Cordialmente e buon Natale
Franca Gianna
Borgo SanLorenzo

___________________________________________

Mala tempora currunt ma presto sarà Natale e anche questo giocherà a favore del Nostro perchè pure questa pagina da calcio mercato sarà presto dimenticata.
E’ che siamo dei sentimentali, in fondo abbiamo nostalgia del Puzzone, e poi siamo mammoni e difficilmente lasceremmo l’amata Patria, ancorché vilipesa insieme all’attuale Capo dello Stato.
Mala tempora currunt ma presto sarà Natale e malgrado la crisi tutti – o quasi – pensano più al cappone e ai regali che alla politica, sempre più incomprensibile e inarrivabile per i comuni cittadini. Quanto alle piazze, un bel giorno manderanno l’esercito? Chissà, è già successo per l’immondizia a Napoli!
Perciò, Buon Natale, malgrado tutto
Lucilla
___________________________________________

Perchè? Non può essere sia l'una che l'altra? In ogni caso - come disse Saddam Hussein: "Beh?" Faccianoci coraggio:
Kathia
Roma
___________________________________________

Caro Oscar, quello che mi preoccupa, stando qui, è il nuovo squadrismo che si sta radicando. Oggi sarebbe bastata l'esplosione di un colpo d'arma da fuoco, da una parte o dall'altra indifferentemente, per mettere il Paese nel caos per mesi.
Questo ci deve preoccupare.
Berlusconi ha la maggioranza. Quando va alle elezioni e anche quando provano a sfiduciarlo.
Questo è emblematico di un'Italia cambiata. In peggio certamente, ma è l'Italia che vota e ne dobbiamo tener conto.
Ora sarebbe auspicabile un drastico cambiamento della Legge elettorale, ma Berlusconi si guarderà bene dal proporlo.
Speriamo vi venga costretto e che si possa mandare al Parlamento e al Senato Persone e non Partiti.
Così che queste persone ci possano rispondere del proprio operato. Ma questo è solamente il nostro grande "sogno americano"
Stammi bene
Franco
Roma
___________________________________________

Speriamo che sia la vittoria di Pirro. Alle 17.00 era da Napolitano... chissà cosa succederà... ma una cosa è chiara non può governare con solo tre voti di maggioranza... non ci è riuscito con più di 100... il che spiega anche perché chiedeva sempre la fiducia, non si fidava di chi aveva comprato!

Vittorio
Washington DC
___________________________________________

... la bocciatura della mozione a Berluscuni è l'ennesima facciata
presa da chi ha la sua paranoia.

pier luigi baglioni, blogger in genova
-------------------------------------------------------------------
Caro oscar,
mi complimento per l'impostazione del tuo giornale, infatti, da " DA UOMO LIBERO" quale sei, dopo la notizia dai spazio
alle considerazioni di tutti gli schieramenti.
Da ciò che hai patuto percepire dagli USA però la realtà italiana per un certo aspetto ti è giunta distorta.
Infatti in Italia ieri in diverse città si è tenuta una manifestazione di protesta da parte degli studenti e dei precari
contro la legge Gelmini. Ovunque, ad onore dei partecipanti, si sono viste manifestazioni pacifiche che hanno
portato a riflettere anche la popolazione piu' distratta.
A Roma invece, nella manifestazione studentesca,dieci minuti dopo il risultato alla camera, si sono infiltrate persone mascherate, con caschi protettivi,molotov, sanpietrini, spranghe ecc , che con atti di violenza inaudita, hanno seminato il panico tra gli studenti innocenti
dei quali alcuni sono stati anche feriti. Inoltre hanno seminato il panico tra la popolazione presente e i negozi , prima di sigillare le entrate,
sono serviti da rifugio per studenti e popolazione, come all'epoca delle incursioni squadriste.
In tutti i dibattiti televisi di ieri sera, tutti gli esponenti di destra centro e sinistra (PD) ALL'UNANIMITA', quelli
che dal tuo articolo potrebbero passare per studente rivoluzionari in difesa di giuste cause, sono stati definiti :" DELINQUENTI ,e visti i tempi ed i modi del loro intervento, organizzati e finanziati da QUALCUNO. Per fortuna tale tesi è stata sostenuta anche dagli esponenti del PD, tra essi spicca un ex magistrato, la sen.Finocchiaro. Per cui chiedo a te affinchè attraverso il Tuo organo di informazione
per il bene dell'italia e soprattutto per gli studenti che democraticamente vogliono liberamente e pacificammente manifestare il loro dissenso senza rischiare la loro pelle restando coinvolti in improvvise incursioni squadriste di delinquenti mascherati,
di prendere le distanze da questi facinorosi e addirittura se ti è possibile approfondire chi sono, chi li manda, cosa vogliono e perchè.
Certo della tua sensibilità nel diffondere la verità delle cose e degli eventi,
ti invio cari saluti
Walter Bevacqua
___________________________________________

La Sua onest intellettuale dovrebbe farLe evitare di chiamare "studenti" quella minoranza di "DELINQUENTI" che a Roma "mettono a ferro e fuoco (vero)" strade e negozi di pacifici cittadini, e monumenti storici.

franco.arzano@bluewin.ch
___________________________________________

Caro Oscar, ho letto tutto, il tuo articolo ed i commenti. Quanto pessimismo! Io cerco di essere ottimista e lo sono perchè: 1° Fini é finito ed era ora. Mi dispiace per le persone per bene che per fedeltà all'amicizia l'hanno seguito. Non certo per Bocchino, Granata, ecc. Erano degli sconosciuti. Speriamo lo ritornino presto. 2° Non mi attrae il ritorno di Casini. Penso andremo a votare il 27 marzo. 3° il "Porcellum" : dovremmo ricordare che il primo che l'ha gustato è stato un certo Prodi. Lo conosci, no? Su, sorridi. Io sono convinto che un certo Tremonti sia il migliore. Non solo in Italia ma per lo meno in Europa. In ultimo: sei sicuro che Berlusconi finisca al Quirinale? Secondo me, così come stanno le cose, non gli interessa. Ti abbraccio.
Maurizio.
Torino
___________________________________________

e menomale che OSCAR C'E'!!!!!! ero diventato,come tanti ingenui come me,
Berlusca dipendente.Una bella cura dimagrante mi ha fatto rinsavire.
Però ti chiedo: e chi ci metti? Io sono "disgustato" di tutti e di tutto.
Saluti,
Antonio
Firenze
___________________________________________





___________________________________________

___________________________________________