Translate

Negli USA cade anche l'ultimo paladino liberale televisivo


Keith Olbermann, il combattivo conduttore di 'Countdown' della MSNBC che per otto anni ha contrastato lo strapotere mediatico dei colleghi iperconservatori che hanno largo spazio alla FOX News del magnate repubblicano Rupert Murdoch, ha annunciato che la sua trasmissione veniva chiusa dalla proprieta' della stazione televisiva.
Olbermann, per anni corrispondente sprtivo alla Espn prima di arrivare alla MSNBC, era riuscito a ritagliarsi un suo spazio di approfondimento politico, utilizzando le stesse tecniche che quotidianamente Bill O'Reilly e Glenn Beck adoperano nelle loro invettive repubblicane contro i democratici, ma soprattutto contro il Presidente Obama.
Nei mesi scorsi il suo programma era stato cancellato e sospesi i pagamenti alla sua persona quando si era scoperto che in campagna elettorale Olbermann aveva dato tre contributi elettorali ad altrettanti candidati democratici per un ammontare complessivo di 7500 dollari. Niente di illegale secondo le leggi in materia, ma giudicato lesivo del codice di onore dei giornalisti che operano alla NBC. Si trattava dell'ultimo di una serie di episodi che avevano visto scendere in campo addirittura il proprietario della NBC, la General Electric che aveva fatto pressioni perche' Olbermann fosse eliminato dal video. L'annuncio che Comcast, il piu' grande provider di Internet del mondo, ha acquistato la maggioranza della NBC proprio da GE diventando un Goliah mediatico, ha evidentemente accelerato la decisione di far fuori lo scomodo Olbermann, anche se negli ambienti della Comcast si rifiuta ogni coinvolgimento nella vicenda personale di questo conduttore televisivo. Olbermann nei mesi scorsi aveva avuto la soddisfazione di essere riammesso con la sua trasmissione alla MSNBC, forte delle proteste di decine migliaia di inviperiti spettatori e del fatto che proprio grazie a lui MSNBC era riuscita a scalzare al terzo posto tra le TV cavo la famosa CNN.
Con l'uscita di Olbermamm il volume di fuoco mediatico dei repubblicani acquista nuova potenzialita'.