Translate

Diario italiano: Su Nuraxi



In Sardegna sono settemila i siti archeologici nuragici. Amanti come siamo di questa splendida isola e della sua gente ne abbiamo visitati molti. Ma siamo rimasti impressionati quando un amico di Cagliari, Claudio Solinas noto medico, ci ha proposto di andare a Barumini a circa 6o km da Cagliari a vedere "Su Nuraxi", area archeologica scoperta da Giovanni Lilliu che ha dedicato la sua vita al portare alla luce questo incredibile complesso monumentale. La riscoperta di Su Nuraxi รจ stata condotta nell'arco di sei anni. Il sito presenta una stratificazione culturale di oltre duemila anni, dal 1500 aC sino al settimo secolo dopo Cristo. Franco Medda, un biologo che ci fa da guida, ricorda che un gruppo di ingegneri al termine di una visita accurata al sito fu costretto a riconoscere che le tecniche usate dai nostri antichi progenitori avevano dell'incredibile per la capacita' di costruire alte torri circolari sovrapponendo massi squadrati del peso di tonnellate. Si ripropone anche in questa localita' della Sardegna il mistero delle civilta' che hanno dato vita a imponenti costruzioni giunte sino a noi. Basta ricordare il tempio di Stonhenge in Inghilterra, le statue dell'isola di Pasqua, le Piramidi egiziane.
Resta da dire che gli studiosi e gli appassionati di archeologia polemizzano sulla definizione di "fortezza" data anche a questo complesso dal suo scopritore, il professor Giovanni Lilliu. Nel corso dei secoli e' probabile che il complesso abbia assolto alla funzione di fortezza difensiva da attacchi che provenivano da invasori esterni. Ma e' anche molto probabile che le costruzioni fossero templi votivi dedicati al culto solare.