Translate

Pochi maledetti e subito!

Il Presidente Obama ha telefonato allo Speaker della Camera dei Deputati (terza autorita' dello stato)il repubblicano Boehener. Scopo della chiamata, ampiamente reclamizzata dall'ufficio stampa della Casa Bianca, era quello di sollecitare il GOP a trovare un compromesso che consenta di attivare definitivamente i due mesi di estensione del taglio delle tasse per la middle class. Un regalo di Natale che allevia di circa mille dollari il carico fiscale di 160 milioni di famiglie americane. Mentre al senato i democratici guidati dal senatore Reid sono riusciti ad ottenere un consenso bypartisan dell'80% dei cento membri della Camera Alta, i repubblicani della House si sono rinserrati in un diniego, adducendo che invece sono disponibili a trattare una estensione del taglio delle tasse per un anno. Promesse di marinaio in quanto ai repubblicani della Camera interessa che nel provvedimento di sgravio finanziario sia inserita invece l'approvazione della costruzione di una pipeline che dal Canada dovrebbe percorrere gli Stati Uniti per oltre 1800 miglia e che Obama si e' rifiutato di approvare pressato dai verdi. Sara' interessante vedere come evolvera' la situazione che vede i repubblicani messi all'angolo per colpa di quelle decine di deputati che sono stati eletti grazie al Tea Party, movimento di estrema destra dello scenario politico americano.
Obama per il momento resta a Washington per seguire da vicino l'importante questione e raggiungera' la famiglia alle Hawaii solo dopo che sara' stata trovata una soluzione.
Questo impasse sta producendo comunque un risultato positivo di immagine per i democratici ed il Presidente a seconda dei sondaggi delle ultime ore.Mentre i repubbblicani non sanno come uscire dal vicolo cieco in cui si sono cacciati per sostenere, more solito, il partito dei petrolieri prodigo di contributi elettorali.