Translate

Agosto, Obama mio non ti conosco...!

Calunniate, calunniate, qualcosa restera'. E' quanto sta accadendo in questo mese d'agosto negli Stati Uniti. Andate a dire a delle persone anziane che con la rivoluzione della assicurazione sanitaria voluta dal presidente Obama non avranno piu' alcuna assistenza e saranno destinati a morte precoce. Al punto che la ex candidata alla vicepresidenza repubblicana, Sarah Palin, ha definito il progetto dell'amministrazione Obama come 'eutanasia'. O provate a dire a chi ha un lavoro ed una assicurazione medica pagata dall'azienda che presto sara' costretto a rivolgersi alle strutture pubbliche perche' biosgna garantire una coertura sanitaria ai 47 milioni di americani che non ce l'hanno o l'hanno perduta perche' hanno perso il lavoro. A chi ha la pancia piena non gliene importa nulla di chi sta male. E quando vai ad intervistare questa gente le critiche fioccano sul presidente nero. E poi i dati delle ricerche sociologiche si tirano da una parte all'altra come la pelle di Zigrino. La ricerca promossa da ABC e dal Wall Street Journal ha messo in evidenza che il 77% degli americani e' convinto che la rivoluzione sanitaria di Obama sia necessaria. Ma i repubblicani sono saltati su quel risicato 43% di coloro che sono favorevoli alla creazione di un sistema pubblico da mettere in concorrenza con quello privato ed hanno intensificato la campagna mediatica contro Obama, alimentata dai fondi delle industrie farmaceutiche e delle aziende di assicurazione. Ed anche questa e' America.