Translate

Un po' meno trionfalismo in economia. La crisi non e' finita.

Stando agli ultimi dati pubblicati dalla amministrazione Obama il trionfalismo sul superamento della fase recessiva deve essere ridimensionato in un molto cauto ottimismo.
Gli Stati Uniti, in una proiezione di dieci anni, dovranno afforntare ulteriori sfide per l'aumento del costo della sanita'dovuto in gran parte all'invecchiamento della popolazione. Secondo il CBO, il comitato che sovrintende alla formazione del budget federale,si rendera' necessaria una politica di interventi per ridurre la spesa ed alzare le tasse.
La disoccupazione salira' al 10% prima di accennare a diminuire nei prossimi anni. La crescita della ricchezza nazionale accennera' ad invertire positivamente la tendenza solo alla fine dell'anno, ma il recupero sara' lungo dopo la peggiore crisi dopo quella del 1930.
Dice Christina Romer, assistente per l'economia del Presidente Obama: "Questa recessione e' stata peggiore delle informazioni che siamo stati in grado di avere lo scorso autunno e inverno." E in quei mesi era ancora al potere George W. Bush.
Ed a farne le spese ancora per molti mesi saranno i lavoratori americani che continuano ad essere espulsi dal sistema operativo.