Translate

La sentenza della Corte Suprema

La Corte Suprema degli Stati Uniti, rimpinguata in otto anni di gestione Bush da giudici repubblicani, ha, con una votazione di 5 a 4, cancellato una norma che limitava l'intervento in politica delle grandi aziende, delle potenti organizzazioni sindacali, delle superpotenti societa' di lobby a favore di interessi precostituiti. Da ora in poi, come ha scritto il New York Times, le cateratte del denaro si apriranno a favore di quei politici che sono in grado di cucinare leggi a favore di questo o di quel comparto produttivo.
Come dice il mio barbiere, Melo, che ha un salon nel Watergate: "Caro Dottore, in America ha sempre comandato il business. Ed ora comandera' di piu'. "
Il Presidente Obama nel suo intervento radiofonico del sabato ha duramente criticato questa decisione che 'mettera' in difficolta' la sua agenda governativa.'

Il Presidente ha aggiunto: "Questa sentenza da' un interesse speciale ai lobbisti che possono spendere milioni di dollari per persuadere gli eletti a votare come vogliono loro o a punire coloro che non lo fanno."

Obama ha detto che i pubblici ufficiali che si sono schierati contro Wall Street, le aziende petrolifere, le compagnie di assicurazione sanitaria ed altri forti poteri si troveranno sotto attacco quando ci si avvicinera' alla data delle prossime elezioni.

"Penso - ha detto Obama - che non ci possa essere stata una cosa piu' devastante per l'interesse della popolazone."